Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,i capelli diventano bianchi,i giorni si trasformano in anni. Però ciò che è importante non cambia;la tua forza e la tua convinzione non hanno età. Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno. Dietro ogni linea di arrivo,c’è una linea di partenza. Dietro ogni successo c’è un’altra delusione. Fino a quando sei vivo,sentiti vivo. Se ti manca ciò che facevi,torna a farlo. Non vivere di foto ingiallite. Insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni. Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te. Fa in modo che invece che compassione,ti portino rispetto. Quando a causa degli anni non potrai correre,cammina veloce. Quando non potrai camminare veloce,cammina. Quando non potrai camminare,usa il bastone. Però non trattenerti mai!! Anjëzë Gonxhe Bojaxhiu

L’evoluzione della preparazione atletica del ciclista: ALLENAMENTO INDOOR

427984_236868499780967_1578387581_nPer pianificare con metodo dei protocolli finalizzati a migliorare la performance fisica è necessario sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione anche nelle giornate fredde e piovose o quelle di maggiore calura attraverso un allenamento indoor in ambiente adeguato.

Oggi è possibile eseguire queste sedute in maniera professionale grazie ad un ambiente dedicato all’allenamento indoor presso REAL BIKE ASD che offre ai propri soci la possibilità di programmare delle sedute personalizzate seguite da personale specializzato che saprà indicare anche la giusta integrazione a seconda dell’attività dell’atleta o l’eventuale recupero dopo eventuali traumi. Inoltre potendo sviluppare il proprio allenamento direttamente sulla propria bici rende questo tipo di sedute allenanti anche per le seguenti uscite outdoor del ciclista.

Nel corso dell’allenamento la valutazione costante di frequenza cardiaca, RPM e Watt ci consentono di verificare i miglioramenti dell’atleta e di poter applicare nuovi protocolli.

E’ consigliato eseguire circa due sedute a settimana con lavori specifici di ritmo e resistenza per poi dedicare il proprio allenamento all’uscita su strada.


giu 05, 2013 | Category: Sport e Medicina | Comments: none

 

Rispondi